LA TUTELA DEL MADE IN ITALY: CONVEGNO IN REGIONE LAZIO

FederItaly presenta al Consiglio Regionale del Lazio il primo Marchio collettivo
di origine “100% Made in Italy” basato su blockchain

Il brand “Made in Italy” è un asset strategico dell’economia nazionale, eppure la nostra legislazione lo tutela davvero molto poco. Delle strategie e degli strumenti a tutela del nostro vero Made in Italy se ne è parlato il 6 dicembre al Consiglio Regionale del Lazio, in un importante convegno organizzato da FederItaly e dal Consigliere Regionale On. Fabio Capolei.

Nutrito e di alto livello il parterre dei relatori: hanno relazionato sul tema del convegno il Presidente e Fondatore di FederItaly, Carlo Verdone, il Segretario nazionale Lamberto Scorzino, i componenti dell’Ufficio di Presidenza, gli avvocati Stefano Bianchini (coordinatore Rete Valore Italia, il primo help desk gratuito riservato ai piccoli Comuni) e Rosita Ponticiello (coordinatrice Ufficio Legislativo), Pina Stabile (commissione Sanità Regione Lazio), Rosaria Salamone (avvocato di diritto societario e già consulente legale della seconda commissione giustizia del Senato), Stefano Giorgilli (già assessore al turismo Comune di Fiuggi), Salvatore Terribile (avvocato) Sergio Martuscelli (Consulta Made in Italy di Forza Italia) ed altri ospiti.

Nel corso del convegno, il Presidente Carlo Verdone ha presentato il Marchio Collettivo di Origine “FederItaly 100% Made in Italy” – il primo in assoluto basato su tecnologia blockchain – per una tutela e promozione delle nostre eccellenze a livello mondiale. Con tale iniziativa FederItaly vuole contribuire in modo fattivo e sostanziale alla tutela e alla promozione soprattutto delle micro e piccole aziende delle filiera enogastronomica, agroalimentare, tessile e di tutte quelle tipicità territoriali tanto amate nel mondo ma anche oggetto di una contraffazione selvaggia ed estremamente dannosa per la nostra economia. I vertici di FederItaly hanno espresso particolare apprezzamento per la sensibilità e l’attenzione dell’On. Fabio Capolei nei confronti delle tematiche legate alla tutela del Made in Italy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.